Voglia di maternita’ e di nutrizione

 {jcomments on}21 Marzo 2010

Una gravidanza che non arriva

Buongiorno, mi chiamo Claudia e ho 29 anni.

L’ho conosciuta tramite Giuliano Falciani e l’Associazione Saras.

Ho letto molti dei suoi articoli, e avrei qualche domanda.

Vorrei sapere se il fatto di non riuscire ad avere un altro bambino può dipendere da motivi alimentari.

Da circa 4 mesi, sto cercando di non mangiare più carne, pesce, latte e latticini.

Mangio molta più frutta, verdura e legumi.

Qualche volta riso integrale e kamut.

 

Mi piacciono molto le gallette biologiche di mais. Mica faranno male?

 

Alla ricerca della fertilità

 

Inoltre vorrei prendere l’ascorbato di potassio con ribossio ma, essendo un integratore, contiene i micronutrienti sintetici.

Ho già preso quello della Pantellini, leggendo che fa bene anche per la fertilità.

Spero che mi possa aiutare. Vorrei tanto un altro bimbo, in aggiunta alla bambina di 5 anni e mezzo che è per noi una grande consolazione.

La ginecologa mi ha dato il progesterone, ma l’ho preso solo per un mese e mezzo.

Faccio presente che mio marito è molto magro e fa un lavoro notturno. Può influire?

Le auguro una buona giornata e la ringrazio di cuore!

Claudia

 

Un bambino si fa in due, meglio se senza troppe misurazioni

 

Ciao Claudia, la prima cosa che mi viene in testa è che un bimbo si fa in due.

Sono in genere contrario alle visite, ai raggi, alle mammografie, alla conta degli spermatozoi e a tutto il resto, non fosse altro che per l’ansia che questi esami inevitabilmente producono.

L’essere umano non è un’automobile che fa i tagliandi di controllo nelle autofficine, che piaccia o no a chi strilla in favore di più visite e più esami.

Il miglior controllo possibile è quello che possiamo fare alzandoci presto, scendendo dal letto, salutando con gioia la luce del giorno, senza dover ricorrere al caffè o peggio ancora alla sigaretta.

La cosa migliore è porsi in armonia con la natura

 

Il miglior controllo è quello di guardarsi allo specchio, verificando che si ha una lingua pulita e un alito gradevole. Il miglior controllo è quello di verificare come ci si pone di fronte al mondo e alla natura, se in modo armonico o conflittuale.

Ammetto gli esami strumentali solo nei casi inevitabili e nelle emergenze.

 

Una smania a potenziarsi alimentarmente

 

Nel caso vostro, mi pare che ci sia da parte tua una smania ammirevole a potenziarti, quasi a voler rimpiazzare la magrezza e il disagio fisico di un marito costretto a lavorare di notte.

Probabilmente, padre e madre in equa e condivisa forma fisica e mentale, in equa e condivisa attrazione psicofisica, rappresenterebbero le condizioni ideali per far scattare la scintilla, e far nascere al meglio una nuova creatura.

 

Gli ingredienti psico-fisici bilanciati per allargare la famiglia                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      

 

Credo che sia indispensabile uno stato ottimale di pensiero, un interesse sessuale reciproco, e una voglia entusiastica di allargare la propria famiglia.

O forse non occorre nemmeno tutto questo, visto che a volte nascono bei bambini anche con l’inseminazione artificiale.

In ogni caso c’è pure l’imponderabile, il karma, il destino, il caso e la volontà del Divino.

Tu sei entusiasta e motivata.

 

Evitare gli stati ansiogeni

 

Meglio però assumere sempre un atteggiamento rilassato e tranquillo.

L’ansia eccessiva di voler ottenere qualcosa può diventare paradossalmente impedimento a quanto si sta cercando. L’atteggiamento migliore è quello della massima serenità, del relax psicologico, della assenza di tensioni. L’eccesso di motivazione e di aspettative potrebbe, al limite, risultare controproducente.

 

Sono decisamente contrario alle integrazioni

 

Quanto al discorso alimentare, noto qualche contraddizione, nel senso che da una parte rifiuti i micronutrienti sintetici e dall’altra prendi un integratore Pantellini che non conosco, ma che di sicuro non può non essere sintetico e concentrato.

La mia posizione è molto netta, contro tutte le forme di integrazione.

A mio avviso devi dirigere tutto il tuo entusiasmo verso un perfezionamente della dieta, e verso una condizione mentale-spirituale positiva e rilassata.

 

Con l’ingresso odierno nella Primavera, le cose dovrebbero mettersi meglio

 

Il fatto positivo è che stiamo finalmente per uscire da una lunga stagione fredda.

Col superamento del gelo, le piante mandano fuori i nuovi germogli e ci possono dare grande sostegno.

Sfruttare al massimo la buona stagione in arrivo.

Movimento, respirazione e sole non devono mancare per nessuno, e meno ancora per chi si accinge alla propagazione della specie.

Le gallette di mais, e quelle di cereali integrali vanno benissimo.

Ultimi consigli nutrizionali

 

Ti consiglio inoltre centrifugati di carote, topinambur, rape, sedani, ananas e mele. 

Abbondanza di verdure fresche di stagione e di germogli vari. 

Inserire tutta la frutta secca disponibile. 

Includere avocadi, banane e carrube nella dieta. 

Non manchino patate e patate dolci, zucche, e radici varie, piselli e tegoline, ceci e lenticchie.

Crema di avena, semi di lino e di sesamo, di papavero e girasole, di zucca e di anguria, nonché germe di grano, siano parte stabile della tua dieta.

Farine di castagne e di manioca torneranno utili in cucina.

Il pop-corn con i datteri, le banane e l’uva secca, dovrebbe ugualmente essere sempre a disposizione.

 

Valdo Vaccaro – Direzione Tecnica AVA-Roma e ABIN-Bergamo

Lascia un commento