Prossimi Week end

Ven Giu 13 @10:00 - 06:00PM
Incontri Villaggio Brugai
Sab Giu 14 @10:00 - 06:00PM
Incontri Villaggio Brugai
Dom Giu 15 @10:00 - 06:00PM
Incontri Villaggio Brugai

Prossimi Convegni - Incontri

Nessun evento

ABIN Sorgente del Benessere

Come curare i vostri denti

Malgrado la loro situazione un po’ particolare i denti restano grosso modo sottomessi alle stesse leggi che governano l’eccellenza o la decadenza degli altri organi e tessuti del corpo. Perciò quando voi curate il fegato o l’intestino o la pelle o lo stato psichico… curate anche i denti.

 

Ma come pensate di curare tutti questi organi? La risposta è semplice: non ci sono 36 trattamenti o cure. O vivete in un modo conforme alle leggi naturali e tutti i vostri organi ne saranno favoriti oppure le trasgredite e tutti i vostri organi ne soffriranno, gli uni di più, gli altri di meno, in maniera inversamente proporzionale al loro valore intrinseco. Ricordiamo brevemente questi fattori di salute di cui dovete fare un uso intelligente, fattori che troverete dettagliatamente sviluppati nei libri igienisti già usciti: “La salute con l’alimentazione” di Mosseri; “La salute nelle combinazioni alimentari” di Shelton ecc…

Ma innanzitutto poniamo bene chiaramente il problema delle cure dentarie. Ci sono innanzitutto quelle che voi dovete attuare per tutta la vita, quelle che noi chiamiamo “le cure maggiori”. Poi quelle che non potete applicare voi stessi, le cure localo o “le cure minori” che sono le risorse dell’uomo dell’arte, di quella terrificante arte dentaria. In altre parole voi siete il “dentifex maximums” e il dentista viene in secondo luogo. O se vi ricordate la favola del “leone e del piccolo topo” siete voi il leone, signore della giungla… sino al giorno in cui non ve la caverete più da soli qualunque cosa facciate… a meno che il piccolo topo, dentista, venga in vostro aiuto e vi liberi dalle reti col suo famoso trapano e i suoi materiali di ricostruzione.

 

Innanzitutto salvate voi stessi i vostri denti

 

Sarebbe poco accorto il giardiniere che sperasse di ottenere degli ortaggi sani e resistenti ai parassiti qualora si accontentasse di seminare in una terra arida, povera di minerali essenziali e di oligoelementi indispensabili alla buona crescita dei vegetali! Non lo sarebbe nemmeno la futura mamma che prima del concepimento e durante la gravidanza si trovasse in stato di demineralizzazione e di cattiva salute in generale. Come potrebbe il feto trovare in un simile terreno il necessario per edificare tessuti sani e ossa normali e denti compatti impeccabilmente mineralizzati. Qui devono cominciare le cure dentarie; le autentiche, le uniche impeccabili e durature, dal concepimento o meglio ancora molto prima di questo perché l'organismo non passa dall'oggi al domani dal marasma fisiologico all'autentica salute. È importante che il terreno materno sia ben equilibrato al momento del concepimento perché il germe cresca sin dall'inizio nelle condizioni più favorevoli. E’ quando rispondiamo alle madri sconvolte che si portano i loro bambini con la dentatura rovinata e si chiedono: “ cosa devo dargli per rinforzare gli denti?”

Il giorno in cui i centri matrimoniali “ insegneranno” questa verità e i futuri sposi si convertiranno alla pratica dell'igienismo… si potrà suonare il trapasso di una professione che suscita tanto spavento e terrore a grandi e piccini.

Eh sì! Non sono i dentisti che hanno inventato la carie dentaria ma è questa che ha creato i dentisti… che spariranno con essa. E saranno le donne di questa terra a realizzare o no quest'opera. Medici, farmacisti, fabbricanti di droghe opererebbero meglio in altri rami positivi.

 

Salvate i vostri denti

 

Evitare:

 

Tutti i vizi che sono un'aggressione diretta contro la salute dell'organismo, come:

l'uso di tabacco, bevande alcoliche, caffè, tè;

eccessi sessuali;

furto, frode, menzogna, odio, risentimento, maldicenza, avarizia, dissipazioni, speculazione.

Evitare tutti gli agenti fisici esterni, il cui effetto secondario consiste in una grande perdita di energia vitale, come bagni caldi (o di vapore), bagni freddi, eccessi di sole torrido, di freddo estremo senza protezione adeguata.

Evitare abitudini malsane come svegliare fino a tardi, sacrificare il riposo per vane distrazioni, darsi al gioco, usare e abusare della radio e televisione, cinema, teatro; discutere di politica e di altro, rannicchiarsi accanto al camino (quando si ha un lavoro sedentario), fare sport violenti.

evitare ugualmente il lavoro-surmenage non recuperato con un riposo sufficiente; evitare l'alimentazione di routine (vedere sotto), le droghe di qualsiasi specie.

 

Invece:

 

Siate di buon umore, gai, buoni con il prossimo, amabili, caritatevoli, saggi e riflessivi, retti, giusti e onesti.

Dormite in una stanza ben areata e soleggiata durante il giorno se possibile.

Fate dell'esercizio quotidiano se il vostro mestiere è sedentario. Respirate il più spesso possibile l'aria pura, non inquinata della campagna e di montagna.

Esponete il corpo all'influenza benefica dei raggi solari e dell'aria per quanto è possibile ma ragionevolmente.

Vestitevi di capi che non isolino il corpo dall'aria ambientale, di vestiti chiari possibilmente.

Coricatevi “con le galline” per alzarvi dopo lunghe ore di sonno benefico, questo accumulatore delle vostre batterie d'energia vitale…

Assicuratevi la pulizia costante del fisico. Mangiate soltanto se avete realmente fame, altrimenti saltato il pasto. Fate un piccolo digiuno se soffrite fisicamente o moralmente, se avete la febbre o qualunque stato infiammatorio. Saltate il pasto che dovrebbe seguire a uno di questi Stati: disturbo digestivo, dispiacere, dolore, tristezza, ansia, collera, emozione violenta (pena o gioia eccessiva). Mangiate correttamente, cioè non tre parti. Non bere mangiando (2 h prima,4 h dopo i pasti soltanto), non bere se non si ha sete.

Mangiate sobriamente, non rimpinzatevi: masticate a lungo finché ogni boccone si è ridotto ad una poltiglia ben salivata. Riposatevi un po' prima di mangiare se avete effettuato uno sforzo fisico o mentale notevole.

Mangiate poco colazione e a pranzo soprattutto se non avete la possibilità di farli seguire con una buona siesta. Rifiutate ogni cibo sofisticato, indigesto, condito, raffinato, come la pasticceria, le creme, i gelati, il cioccolato, il cacao, le salsicce e la carne in generale, i pesci, il sale, il pepe, lo zucchero, i confetti, la mostarda, l'aceto e i condimenti in genere.

Regolate bene i vostri pasti, componeteli in modo da seguire le combinazioni alimentari corrette, cioè in modo da evitare le incompatibilità alimentari che ostacolano o impediscono alla digestione come avviene tra:

farinacei e azotato;

farinacei e zucchero;

farinacei e acido;

azotato e acido;

azotato e zucchero;

azotato e grassi;

frutta e adottati o farinacei;

frutta acida e frutto dolce.

 

Fate sì che i vegetali crudi costituiscano almeno i tre quarti del vostro pasto. Necessitano soprattutto ortaggi a foglie e ortaggi radici (per l'apporto di sali minerali). 

È sufficiente una piccola quantità di adottati e farinacei (lucidi), i migliori lucidi sono le frutte fresche ben mature e la frutta secca. Mangiate la frutta a parte, cioè fate un pasto esclusivo di frutta per esempio a colazione. Riservate il pasto azotato per la sera se non potete offrirvi una siesta a mezzogiorno. Che il pasto di mezzogiorno sia leggero e quello della sera più copioso perché quest'ultimo potrà essere digerito tranquillamente durante il riposo della notte. Non prendete nulla tra il pasti a rischio di fermentazioni intestinali. All'inizio calmate la falsa fame dovuto allo Stato irritativo della mucosa dello stomaco bevendo qualche sorso d'acqua pura. Evitate il più possibile i prodotti animali che non sono un nutrimento naturale per l'uomo; e siate circospetti nel consumo di farinacei. Respingete soprattutto il pane bianco, i dolci, il riso brillato, ecc…

Quando avete ritoccato le sensazioni gustative corrotto dall'uso di condimenti (sale, pepe, condimenti vari), zucchero, tabacco, alcol… sarete sorpresi di scoprire sapori sconosciuti e insospettati nella frutta e negli ortaggi crudi. Non vi intimorite per “i divieti” e gli “ordini” suddetti… che a prima vista appaiono come altrettante assurdità… (non scordate che sono stati trattati come pazzi, qualche secolo fa, coloro che sostenevano che era la terra a girare intorno al sole... e oggi ogni bimbo sa che il sole gira solo in apparenza) ma dopo qualche brancolamento, qualche smorfia al principio, voi e a simile rete questo modo di vita che è la stessa sorgente della salute e il solo scudo che protegge dalle malattie. Consultate soprattutto le opere igieniste che trattano dettagliatamente il problema della alimentazione e degli altri fattori di salute. Torniamo un istante alla donna incinta. Ella si adeguerà alle regole suddette concedendosi possibilmente dei piccoli supplementi di riposo, di aria pura, di sole, da azotato e di ortaggi con foglie e radici per supplire ai bisogni del suo piccolo ospite che lascerà facilmente, in salute e metterai denti senza infastidire alcuno.

Vivendo correttamente nella gioiosa osservanza delle leggi naturali si curano i propri denti senza accorgersene e senza doversene occupare in particolare. In verità un modo di vita corretto contribuisce a mantenere l'intero organismo in perfetta salute, tutti gli organi ne avvantaggiano senza eccezione. Ogni rattoppo diviene superfluo, ed essendo inutile ogni crisi di salute (malattia) l'uomo può vivere felice, positivamente, affrancato dalle schiavitù deprimenti che impone la cattiva salute a chi si trascina dai medici ai farmacisti e dagli ospedali al dentista, con grandi spese e sofferenze. A conti fatti è meglio tentare di tornare ad una vita conforme alle leggi che la reggono sulla terra, leggi che si finisce per amare e a cui infine diviene un bisogno irresistibile ubbidire.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna