Allucinazioni somatiche e rimedi naturali

{jcomments on}29 Gennaio 2001

LETTERA

Un problema riguardante mia madre di 73 anni

Buongiorno! Le scrivo seguendo il consiglio datomi da un caro amico diventato crudista da tre mesi, grazie alla lettura del suo sito su internet, e con molta soddisfazione e felicità personale.
Il mio problema è la malattia che ha colpito mia madre da circa 7-8 mesi, diagnosticata solo un mese fa da uno psichiatra, dopo aver peregrinato in visite specialistiche di ogni genere e conseguenti esami clinici. Il nome della patologia è “allucinazioni somatiche”.

Prescrizioni ed effetti collaterali

Le ha prescritto delle gocce da prendere alla sera prima di andare a letto.
Lei non accetta questa diagnosi e prende malvolentieri tali medicine.
Ha molta paura per la serie infinita di effetti collaterali che possono provocare.
La mia domanda è se, con una alimentazione adeguata, all’età di 73 anni, si possa sperare in un miglioramento, se non nella guarigione completa da questa malattia mentale.
La ringrazio sinceramente per il tempo che potrà dedicare alla mia mail.
Paola

                                                                       *****

RISPOSTA

Definizione dei fenomeni allucinatori

Ciao Paola, le allucinazioni somatiche sono un fenomeno patologico legato a diversi tipi di malattie della psiche, o anche a certi tipi di intossicazioni, con formazione mentale di immagini sensoriali interne (uditive, visive, olfattive, tattili e gustative) che sono percepite come se provenissero dall’esterno e quindi come se fossero reali.
Nelle persone normali ci possono pure essere fenomeni simili, ma solo nel dormiveglia.
Il mondo parallelo ed immaginario delle allucinazioni

Esistono allucinazioni uditive elementari (ronzii, rumori, tintinnii, fischi, ecc) e complesse (voci e fonemi), allucinazioni visive (flash, percezioni di persone, cose, animali, scenari), allucinazioni da delirium tremens, con grossolane alterazioni del tono morale e dello stato di coscienza, allucinazioni autoscopiche, con proiezione di se stessi sullo spazio esterno, allucinazioni somatiche superficiali (termiche, meccaniche con percezione di spilli, idriche con percezione di fluidi), allucinazioni cenestesiche o muscolari, dove si percepiscono i muscoli in contrazione, e allucinazioni viscerali, con false percezioni degli organi interni.

Precursori e fattori scatenanti

Le allucinazioni si hanno in forza di varie situazioni patologiche che includono schizofrenia,  depressione, epilessia del lobo temporale, stati paranoici, allucinasi alcolica, disturbi della personalità, encefalite virale, psicosi affettive, stati post-traumatici, insufficienza epatica, demenza senile, Alzheimer, malattia di Pick, corea di Huntington, ed anche assunzioni di droghe tipo LSD e mescalina.

Basilare è l’equilibrio mineralvitaminico

Le malattie mentali, forse più ancora di altre patologie, derivano da deficienze mineralvitaminiche e da sbilanci chimici del corpo. Si sono risolti più volte dei casi anche gravi col supporto di vari minerali di traccia, dal potassio, al rame, al litio, e col supporto di vitamine C, E e soprattutto del gruppo B.

Tre punti fondamentali della dieta in tutte le patologie della psiche

Una buona dieta è basilare per guarire. Ma tre sono i punti fondamentali:

Eliminazione totale della carne e delle proteine animali.
Eliminazine totale degli zuccheri concentrati e dei dolcetti.
Eliminazione pressocchè totale dei cibi stracotti, creatori di pesanti carenze mineralvitaminiche.

Il digiuno, la pulizia intestinale e la decongestione mentale, sottolineati dal grande Ehret

Il digiuno aiuta molto, Lo stesso Arnold Ehret, nella sua Muculess Diet, si esprime con queste parole:
“If something is wrong with anyone, look first to the stomach”. “The mentally diseased man suffers psicologically from gas pressure on the brain” (Se c’è qualcosa che non va in una persona, controlla il sistema gastrointestinale. I disturbi mentali derivano da congestione mentale derivante da pressioni gassose provenienti e risalenti dall’intestino).

Succhi crudi e verdure crude in primo luogo, frutta acquosa e da guscio a completamento

I rimedi prevedono succhi di carote e soprattutto di sedano, visto che il sedano facilita l’assorbimento dei vari minerali. Abbondanza di mandorle, noci, pinoli, di semini vari e di cereali integrali. Niente cacao, caffè, the, cioccolato, sale, farmaci, integratori. Niente bevande gassate e zuccherate. L’efficienza e la pulizia della mente parte dalla pulizia e dall’efficienza del colon, e dunque dalla simbiosi intestinale.
Questo vale chiaramente per tutti, ma in particolare modo per le menti fragili ed instabili.

Valdo Vaccaro – Direzione Tecanica AVA-Rma e ABIN-Bergamo

Lascia un commento